Iran. Il mondo si era mobilitato per Reyhaneh Jabbari. Ma è stato tutto vano.

di Marco Eletti

 

“Il mondo mi ha concesso di vivere per 19 anni. Quell’orribile notte io sarei dovuta essere uccisa. Il mio corpo sarebbe stato gettato in qualche angolo della città e dopo qualche giorno la polizia ti avrebbe portato all’obitorio per identificare il mio cadavere e là avresti saputo che ero anche stata stuprata. L’assassino non sarebbe mai stato trovato, dato che noi non siamo ricchi e potenti come lui.”

R. J.

reyhaneh-jabbari-460x200Nonostante le frivoli aperture di un Iran più disteso ne confronti dell’Occidente e il governo di Hassan Rouhani, meno repressivo rispetto al precedente regime ahmadinejadiano, la cultura teocratica basata su quella che dovrebbe essere solamente pace e misericordia, miete una nuova vittima: Reyhaneh Jabbari, ventisettenne che non necessita di presentazioni.

Annunci

“Ci Avevamo Tanto Creduto…” Brutte notizie dal fronte editoriale e delle detrazioni fiscali.

10 Marzo 2014  15:25

Si sa, Italia Paese d’arte e cultura. Ma questo accadeva un tempo…
Secondo l’ISTAT i lettori forti (coloro che leggono almeno un libro al mese) sono solo il 14 % degli italiani. Il 56 % invece non sfoglia mai un libro. La Federazione degli Editori europei si era congratulata con il primo governo della XVII Legislatura italiana, il Governo Letta, indicando l’Italia come un “esempio in Europa per la promozione del libro e della lettura”.
Infatti la detrazione fiscale sui libri, una delle (poche) cose buone del governo Letta introdotte nel Decreto Destinazione Italia , è stata infine emendata, trasformando in una promessa illusoria che il 19% del costo dei libri potesse essere detratto durante la denuncia dei redditi acquistati fra il 2014 e il 2016, dando così slancio al sistema editoriale e librario nazionale, oltre a dar fiato alle famiglie italiane alle prese (fra i tanti problemi) anche con il “caro libri”.

Ma tutto è stato rivisto.

COIRIOL

Il tempo è vita, società, famiglia, tempo libero e, alla fine, anche lavoro

Frank Iodice

«Lo scrittore è una persona vigliacca, opportunista, sacrificata al gioco continuo della forma e della trama. Un individuo destinato alla perpetua insoddisfazione.»

Writer's Dream - La più grande community di scrittori in Italia

La più grande community di scrittori in Italia

Gio. ✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Quelli con la gonna che strascica un po' per terra, gonfiata sul di dietro dalla tournure? Quelli con i corsetti strettissimi e i colletti alti che solleticano il collo? Ecco. Io non vorrei indossare altro.